Diventare IdR

Procedura riconoscimento idoneità IRC PAVIA_2019

PREMESSA

 C1 Codice di Diritto Canonico (promulgato da S.S. Giovanni Paolo II il 25 gennaio 1983)

Canone 804

  1. All’autorità della Chiesa è sottoposta l’istruzione e l’educazione religiosa cattolica che viene impartita in qualunque scuola o viene procurata per mezzo dei vari strumenti di comunicazione sociale; spetta alla Conferenza Episcopale emanare norme generali in questo campo d’azione, e spetta al Vescovo diocesano regolarlo e vigilare su di esso.
  2. L’Ordinario del luogo si dia premura che coloro, i quali sono deputati come insegnanti della religione nelle scuole, anche non cattoliche, siano eccellenti per retta dottrina, per testimonianza di vita cristiana e per abilità pedagogica.

Canone 805

È diritto dell’Ordinario del luogo per la propria diocesi di nominare o di approvare gli insegnanti di religione, e parimenti, se lo richiedano motivi di religione o di costumi, di rimuoverli oppure di esigere che siano rimossi.

«L’insegnamento della religione cattolica è impartito da insegnanti in possesso di idoneità riconosciuta dall’ordinario diocesano e da esso non revocata, nominati, d’intesa con l’ordinario diocesano, dalle competenti autorità scolastiche ai sensi della normativa statale».

[INTESA TRA MIUR E CEI DEL 28 giugno 2012 – DPR n°175 del 20 agosto 2012  – Intesa tra il Ministero della Pubblica Istruzione e la Conferenza Episcopale Italiana circa l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche italiane]

  • La testimonianza di vita cristiana per i laici è certificata dal proprio Parroco di residenza o di domicilio, per i religiosi dal proprio Superiore competente. Sul sito IRC è disponibile la traccia predisposta (https://ircpavia.com/modulistica/). Il Responsabile del Servizio IRC secondo la delibera n° 41 del 1990 della CEI, può procedere ad indagini ulteriori per verificare l’appartenenza ecclesiale dei candidati.
  • La retta dottrina e l’abilità pedagogica sono provate dal percorso di studi, dal tirocinio seguito e dalle prove richieste dal Servizio IRC della Diocesi di Pavia.

TITOLI DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Per accedere alla procedura di idoneità è necessario essere in possesso di uno dei titoli di qualificazione professionale stabiliti dall’Intesa. 

  • per insegnare nella SCUOLA DELL’INFANZIA come specialista: 
  1. Laurea Magistrale in Scienze Religiose o altro titolo accademico in teologia.
  2. Diploma in Scienze Religiose, o Magistero in Scienze Religiose se conseguiti entro l’a.a. 2013/2014 + 1 anno di servizio entro il 31/08/2017.
  3. Diploma di Scuola Magistrale o maturità Magistrale o maturità del Quinquennio Socio-Psico-Pedagogico conseguito entro l’a.s. 2001/02 e almeno un anno di servizio continuativo come IDR dal 2007 al 2012.
  4. Ai sacerdoti, ai diaconi e ai religiosi non è richiesto alcun titolo di qualificazione.
  • per insegnare religione nella SCUOLA PRIMARIA come specialista:
  1. Laurea Magistrale in Scienze Religiose o altro titolo accademico in teologia.
  2. Diploma in Scienze Religiose, o Magistero in Scienze Religiose se conseguiti entro l’a.a. 2013/2014 + 1 anno di servizio entro il 31/08/2017.
  3. Diploma di maturità Magistrale o maturità del Quinquennio Socio-Psico-Pedagogico conseguito entro l’anno scolastico 2001/02 e almeno un anno di servizio continuativo come IDR dal 2007 al 2012.
  4. Ai sacerdoti, ai diaconi e ai religiosi non è richiesto alcun titolo di qualificazione.
  • per insegnare religione nella SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO:

          Diploma di maturità e uno dei seguenti titoli:

  1. Baccalaureato, Licenza o Dottorato in teologia o in altre discipline ecclesiastiche conferito da una facoltà approvata dalla Santa Sede e presente nell’elenco stabilito dall’Intesa con l’aggiunta delle discipline pedagogiche (pedagogia generale, didattica generale dell’IRC, IRC della scuola pubblica, tirocinio didattico), secondo le disposizioni della CEI.
  2. Laurea Magistrale in Scienze Religiose.
  3. Magistero in Scienze Religiose (quadriennale) conseguito entro l’a.a. 2013/2014 + 1 anno di servizio entro il 31/08/2017.
  4. Laurea civile magistrale e Diploma in Scienze Religiose conseguito entro l’a.a. 2013/2014+ 1 anno di servizio entro il 31/08/2017.
  5. Attestato di compimento del regolare corso di studi teologici in un Seminario maggiore.

PROCEDURA PER OTTENERE L’IDONEITÀ DIOCESANA

Oltre al titolo di qualificazione, per insegnare Religione Cattolica, occorre che l’Ordinario diocesano riconosca l’idoneità.

L’idoneità viene riconosciuta raccogliendo i seguenti elementi:

  • Colloquio personale
  • Prove di valutazione
  • Consulenza psicologica
  • Brevi esperienze di insegnamento

Alla procedura sono ammessi i candidati: I) provenienti dalla provincia di Pavia, II) di età inferiore a 55 anni e III) che abbiano ottenuto un voto di laurea magistrale uguale o superiore a 99/110, salvo deroga dell’Ordinario diocesano.

Per accedere alla procedura per il conseguimento dell’idoneità, occorre presentare la domanda presso il Servizio IRC, utilizzando la modulistica reperibile sul sito IRC (https://ircpavia.com/modulistica/). La domanda e i documenti richiesti sono da inviare in formato elettronico.

 Colloquio personale

In seguito alla presentazione della domanda e alla sua validazione da parte dell’Ufficio, verrà fissato un appuntamento con il candidato per un colloquio.

Al colloquio occorre presentarsi:

-avendo letto la Nota pastorale della CEI del 1991 “Insegnare religione cattolica oggi” scaricabile sul sito IRC (https://ircpavia.com/diventare-idr/);

-portando:

  • un contributo di € 20.00 per spese d’Ufficio
  • la certificazione in busta chiusa dell’appartenenza ecclesiale stilata dal proprio Parroco per i laici, o la lettera di presentazione del Superiore competente per i religiosi, utilizzando il modulo predisposto sul sito (https://ircpavia.com/modulistica/).

Prove di valutazione

Le prove si terranno presso il Seminario Vescovile in via Menocchio n. 26 a Pavia, secondo il calendario pubblicato sul sito IRC (https://ircpavia.com/).

Le prove comprenderanno:

  • un elaborato scritto consistente nella trattazione di una singola tematica teologica o biblica tra quelle di volta in volta indicate dall’Ufficio (vedi tesario pubblicato sul sito IRC (https://ircpavia.com/);
  • un colloquio orale consistente nello sviluppo di un percorso didattico mirato a declinare i contenuti in una particolare situazione scolastica.

Il tempo disponibile per completare l’elaborato è al massimo di cinque ore. Gli elaborati saranno corretti da una commissione nominata dal Responsabile del Servizio IRC. In caso di esito negativo, è possibile sottoporsi nuovamente all’esame, non nella sessione immediatamente successiva e, in ogni caso, non è possibile ripetere la prova per più di tre volte.

Il superamento dell’esame è solo uno degli elementi che permettono di ottenere l’idoneità che verrà conferita solo al termine dell’intero percorso.

Consulenza psicologica

Il candidato, entro 3 mesi dal colloquio con il Responsabile diocesano, dovrà consegnare in segreteria la restituzione di una consulenza psicologica finalizzata all’analisi del profilo personologico e delle modalità relazionali. Il candidato può avvalersi di uno degli psicologi, iscritti all’Albo, indicati dal servizio IRC. I costi sono a carico dell’interessato.

Il candidato dovrà riportare sulla copia della restituzione la seguente frase, apponendo in seguito la sua firma in originale:

In data odierna trasmetto al Responsabile del Servizio per l’IRC della Diocesi di Pavia, la restituzione relativa alla consulenza psicologica effettuata dal Dott. / dalla Dott.ssa …………..………………………. prevista dalla Procedura della Diocesi di Pavia per ottenere l’Idoneità all’Insegnamento della religione Cattolica.

 

Luogo ……………………….……….. Data ………….……….. 

 

Firma …………………..…………………….………………………

Esperienza di insegnamento

Il candidato sarà chiamato per brevi periodi di supplenza al fine di poter valutare, attraverso l’esperienza diretta in classe, le proprie abilità didattico-relazionali.

Al termine della supplenza il candidato sarà tenuto a presentare al Servizio IRC una breve relazione sullo svolgimento della supplenza.

Gli esiti delle supplenze concorrono al riconoscimento dell’idoneità all’insegnamento.

RICONOSCIMENTO DELL’IDONEITÀ

Con l’assegnazione del primo incarico annuale, il candidato viene riconosciuto idoneo all’Insegnamento della Religione Cattolica nella diocesi di Pavia.

L’idoneità rilasciata è permanente, salvo revoca (CJC can. 804 e 805).

La formazione permanente in servizio dell’insegnante della Religione Cattolica è condizione fondamentale per la conferma dell’Idoneità. La reiterata e ingiustificata assenza ai percorsi promossi dal Servizio IRC o da altre istituzioni accreditate, può comportare la revoca dell’Idoneità all’Insegnamento della Religione Cattolica.

Nessun passaggio della procedura permette da solo di conseguire l’idoneità. La valutazione dell’Ordinario diocesano terrà conto di tutti i dati emersi nell’intero percorso.

 Questa procedura è in vigore dal 10/03/2019 e tiene conto della normativa pattizia e Ministeriale.

Nota_pastorale_IRC_1991

Modulistica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: